Lenticchia di Castelluccio gr. 250

In Umbria, nella splendida e incontaminata piana di Castelluccio di Norcia, allŽinterno del Parco Nazionale dei Monti Sibillini, si coltiva fin dai tempi antichi la pregiata e rara Lenticchia di Cestelluccio, oggi tutelata anche dallŽIndicazione Geografica Protetta.

2,49 €

La Lenticchia di Castelluccio ha grandi pregi nutrizionali e salutistici, si aggiunge anche una coltivazione del tutto naturale: grazie, infatti, alle particolari condizioni climatiche piuttosto rigide, dovute all´elevata altitudine (circa 1.500 metri), la Lenticchia di Castelluccio IGP è l´unico legume che non ha bisogno di essere trattato per la conservazione perché non viene intaccata dal tonchio (insetto, le cui larve si nutrono di legumi). Sono famose per la loro delicatezza e per le loro dimensioni: il diametro medio di questa varietà, è di circa due millimetri. La Lenticchia di Castelluccio di Norcia IGP presenta semi di forma tondeggiante ed appiattita, piccoli e dall’aspetto tigrato. Si caratterizza per la buccia fine, il gusto unico ed il colore molto variegato che va dal verde screziato al marroncino chiaro. L’altopiano di Castelluccio rappresenta il fondo del lago prosciugatosi nell’era preistorica per il manifestarsi di fenomeni carsici. La conformazione della vallata accentua alcune caratteristiche del clima della Valnerina con inverni molto rigidi, con innevamento continuo da fine novembre alla metà di marzo e gelate primaverili che si protraggono fino all’inizio di giugno, lasciando pochissime settimane con una estate con eccessi termici dovuti anche all’altitudine che aumenta l’incidenza delle radiazioni UV. Sono le peculiarità pedoclimatiche e morfologiche, unitamente ai metodi di coltivazione, gli stessi da secoli, che non prevedono l’uso di sostanze chimiche – per via essenzialmente della straordinaria resistenza del legume ai parassiti – a determinare le caratteristiche distintive della Lenticchia di Castelluccio di Norcia IGP: le dimensioni abbastanza ridotte, il colore molto vario da un chicco all’altro (tigrato, giallognolo, marroncino), la buccia particolarmente fine, per cui non ha bisogno di essere messa a bagno molte ore prima della cottura, a differenza degli altri legumi.

Tabella valori nutrizionali di 100 g

Calorie 280.00kcal

Grassi 1.06 g

Carboidrati 42.06 g

Proteine 27.80 g

Fibre 30.50 g

Ferro 7.5 mg *corrispondente al 62% RDA

Zuccheri 2.03 g

  • Lenticchie di Castelluccio IGP BIO con lardo di collonata e crostoni

    Lavate accuratamente sotto acqua corrente la lenticchia. Soffriggete sedano, carota e cipolla tritati finemente in una casseruola con 3 cucchiai d'olio, unite la passata di pomodoro e 2 foglie ... Continua

  • Lenticchie e cotechino

    Punzecchiate il cotechino con uno stecchino, mettetelo in una casseruola con acqua fredda e portate a ebollizione a fuoco molto lento; se preferite, prima di bucherellarlo, avvolgetelo strettamente... Continua